In poco più di tre mesi di attività sono circa 35 i milioni di euro riscossi da “Napoli Obiettivo Valore”, la società di progetto che affianca il comune di Napoli nella gestione delle entrate tributarie. Venti milioni e mezzo di euro arrivano dal recupero della Tari, più di dodici milioni e settecentomila da quello dell’Imu e oltre un milione e settecentomila dalle multe non pagate. Quasi dodici milioni sono stati già saldati dai contribuenti, oltre ventitré rateizzati.

“Abbiamo messo in moto 400.000 pratiche per un valore di 380 milioni, quindi, il dieci per cento dei contribuenti ha già risposto” spiega Pier Paolo Baretta, assessore al Bilancio del Comune di Napoli. “Questo ci fa sperare che anche l’obiettivo di lungo periodo di recuperare circa un miliardo di euro in dieci anni sia realizzabile con la collaborazione di tutti”, aggiunge Luca Bianchi, presidente di “Napoli Obiettivo Valore”.  Il miglioramento della riscossione è tra gli impegni assunti dal Comune due anni fa al momento della firma del Patto per Napoli con l’ex premier Draghi.

Intanto è stata lanciata la campagna di comunicazione “Che valore ha Napoli per te?“, mentre uffici di Napoli Obiettivo Valore saranno aperti in ciascuna delle dieci municipalità cittadine in aggiunta a quello del centro direzionale.

“Riportare Napoli nella normalità, cioè nella media nazionale, significa che le tasse le pagano tutti non una minoranza, ma, soprattutto, avere quella disponibilità di risorse che ci consente di pagare i servizi e garantire così una migliore qualità della vita in città” commenta il sindaco di Napoli, Gaetano Manfredi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here